Pagine

sabato 5 luglio 2014

Il giorno dopo

Il giorno dopo era ieri, ma non ce l'ho fatta a scrivere..
Se non frasi sopra le righe, al limite del brutto, più su del brutto.
Il giorno dopo era ieri ed è anche oggi e non ce la faccio a scrivere..
Se non coi gomiti appoggiati perché tremo perché stanotte crisi di pianto e nervi..
Il giorno dopo arriva senza la notte in mezzo, perché la notte in mezzo non ti ho trovato e quello che mi fa più male è sapere che non ti potrò più trovare.
Inutili i mi manchi, inutili le mie frasi, caustiche, irritanti.
Perdonami.
Inutile aspettare una risposta, tu che c'eri sempre, che hai dato dignità al sempre.
Inutile chiederti scusa ma devo farlo.
Scusami se ti ho deluso, se ti ho urtato.
Fallo, ti prego e dammi un segnale che mi hai perdonato.
Ma ieri allo specchio, la mia figura inutile, le mie carni inutili, le mie braccia inutili, gli occhi senza lo sguardo.
Mi sono odiata e sono impazzita, mi sono fatta l'odio, non potendo fare l'amore con te.
Sapere che devo smettere di desiderare.
Sapere che posso essere una voglia e non una volontà.
Sapere che voglio solo te e non poterti trovare.
Più.
Sono impazzita al pensiero di saperti impegnato con qualcuno di meno impegnativo e più pacato di me.
Più.
Sono dispiaciuta di più.
Sono quello che resta tra una lancinata allo stomaco e un magone che non se ne va.
Sono quello che resta tra vuoti a perdere e portaceneri e fazzoletti.
Più.
Sono che quello che desidero di più al mondo è sapere che è una specie di litigata, di argomento che è uscito all'impossibile e alla fine fare pace, facendo l'amore.
Più.
So che non mi desidererai.
In più so che mi deriderai.
Tu, che sai sempre cosa fare e che cosa è giusto o no.
Tu sei così sicuro di tutto intorno a te e sei stato quell'onda che si è trascinata fino a me come una tempesta.
Tu.
Che mi hai sconvolto, tra la mia sorpresa di cederti e il mio volerti resistere.
Io.
Inutile, vedo quello che che dicevi ti faceva impazzire, come il mio più grande errore.
Il mio sorriso, i miei occhi, le mie mani, il mio corpo, il mio cuore, vuoto.
Errori in carne e ossa.
Errori che per entità non possono fare la cosa giusta.
Mi chiedo perché le cose orribili mi hanno dovuta cambiare, rovinare, divorare e fatto star male..
E perché la cosa più bella del mondo non mi possa capitare.
Più.
Ti chiedo perdono e lo sto facendo come se ti avessi davanti, avendo la possibilità di guardarti negli occhi e prenderti le mani, mentre la testa vorrebbe andare giù dall'imbarazzo a misurare cogli occhi pochi centimetri da me che ti separano e non più distanze né situazioni.
Invece ti chiedo perdono proprio perché, seppur brevemente, hai riempito le distanze e raccontato le situazioni e quando sei dovuto andare via, non ti ho salutato come avrei voluto.
Non sapevo finisse così.
Ma perdonami.
Perdonami col cuore, so che non potrai dirmelo.
So che non ci vedremo mai.
Perdonami perché non volevo essere un problema.
Perdonami se non ti ho saputo salutare, se mi hai sentito delirare stanotte, ero io.
Perdonami perché se non mi perdonerai morirò ancora e senza morire davvero, non trovare il tuo perdono, farà più male ancora.
Perdonami perché quando penso alla tua vita, vedo la tua gioia e in fondo vorrei solo dirti..
"Non ti preoccupare".
Sono stata male e piango ma il mondo è pieno di mail e desideri.
Mi mancherà parlarti, ridere, scherzare e dirti "Scemo!", "Insistino", e sentire i tuoi "Dormi qui?" fino a sentire le tue braccia senza scambiarle per il mio cuscino.
Mi mancherai davvero come le cose che non ho avuto mai.
Ma perdonami se puoi, la mia rabbia e la mia insistenza.
Anche se di poche righe..
Come quelle che avrei voluto scrivere qui e poi..
Sono completamente persa, ma deve passare, non posso permettermi di stare così..male.
Mi sono sentita un rumore inutile.
Di quelli che ti fanno chiudere la finestra e maledirli.
Quando tutto è stato poesia.
Non ti sembri ridicolo ti prego.
Quando adesso piango e vorrei rileggerti e moltipllicarmi ancora con te..
So che devo smettere e sciacquarmi il viso, tornare a correre, a scrivere, a lavorare e a essere carina come mi fa sentire bene esserlo per quell'equilibrio solo appena distante dal precipizio.
E comunque grazie per avermi aiutato a conoscermi in un momento in cui non ne sapevo più niente di me.. grazie per esserci stato e non avermi mai fatto mancare un caffè col bacio..
Grazie per tutto questo tempo fatto di baci e ti voglio...bene.
Grazie per il tuo tempo tra un account e un altro e quell'incontro mancato.
Grazie per tutto il tuo tempo e perdonami se non ho saputo affrontare la sua fine.
Se puoi.
Perdonami e sii felice.
Davvero.
Io cercherò di tornare a sorridere anche se singhiozzo a dirlo, cercando di farlo, sapendoti sorridere.
Scusami, devo andare..
Scusami se non sono stata capace di restare, meglio.
Ti porto nel mio cuore.
E quell'amore che avrei voluto darti lo conserverò per sempre lì..
Non facendogli mancare il sorriso e le migliori cure.
Ti ...erò
Per sempre.
E il giorno dopo, diventerà quello che poteva essere la trepidazione di incontrarti e mai più triste.
Sii felice.
Te lo dico col cuore.
Perdona i miei attimi di rancore.
E' sciocco tutto questo lo so, per me no.
Non riesco a chiudere questo post perché mi dà l'impressione di partire o di saperti partito.
Volato.
Vola alto.
Fino a farmi mancare il tuo sguardo sul cuore.
Guardami.
Mi farà compagnia, cancellerà i brevi attimi di rancore di stanotte, e mi farà essere splendida ogni volta che lo farai e mi renderà migliore.
Anche se alla fine di questa triste storia non abbiamo trovato il coraggio per affrontare i sensi di colpa e cancellarli da questo viaggio.
Ma abbiamo vissuto ogni momento, con ogni suo turbamento.. come se fosse l'ultimo.
Non posso dirti altro se no..
Sii felice e io lo sarò per te.
Non potendoti dire 'A dopo', 'a domani', ti dico 'a sempre'.
Perché sempre resterai quella parte di me che per tanti è quella vicina al nulla, ma per me, di ogni piccola parola o gesto, o pensiero di te, è culla.
Il giorno dopo sarà sempre una cosa bella.. perché ci sei stato e mi farai impazzire e venire quel sorriso che..come se ti avessi davanti m'imbarazzo un po' e tu mi abbracci e.. restare..
Per avere tutte le risposte ai tuoi 'forse', 'chissà', 'non lo so'..
Devo andare, per te.
Lo farò.

Grazie per avermi trovata..non ti lascerò.

Eli.

















Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.