Pagine

mercoledì 21 maggio 2014

Tra taraPutsch e Schulz: urla e Urlo per le Europee


L’italiano vede tutto come una festa, che oggi non ha proprio l’aspetto del ballo delle debuttanti, né tantomeno lo stile.
E' questo il succo.
Per lui ormai festa è uguale a “rave”: na cosa peggiovani.
Giovanilismo, oh yeah.
Allora capiamo perché il comico inglese Renzi, eh.. volevo dire il Presidente del Consiglio italiano.. si mette la mano in tasca, parla calcio (in vista dei mondiali) e inglesizza senza cravatta.
E capiamo pure perché Grillo si conci come un ex tossico, ormai spacciatore, che la conosce, la pia bbona e la taglia mejo, un po’ infiltrato un po’ peones, amico “Dee guardie” che te fa la “busta gialla” (ti denuncia) solo se cominci a spacciarla pure tu. 
Un politico giacca e cravatta?! Ma siamo pazzi?! 
Noi siamo LAGGENTE!
Vestiti così ci vanno solo Berlusocni e quelli di Scelta Civica, che però sono abiti a forma di persona disegnati da Monti per J P Morgan, Standard and Poor’s e altre ‘case’ nei modelli più svariati della linea di pret a porter: l’Austerity. 
Quindi effettivamente, un’occhiatina ai programmi la potremmo pure da..uff: dovemo legge, naaa.
No! Noi siamo LAGGENTE. Vogliamo l'urlo!!
Ammesso e non concesso che ci siano due persone tra tutta LAGGENTE di tutta Italia che vestirebbero di quei panni per presentarsi al mondo, abbiamo santificato il detto “l’abito non fa il monaco”.
Ok, volete IGGIOVANI o IGGIOVANILI basta che chiunque 'sia' l’abito non vada a Monaco.
In una birreria così, tra amici, giusto per prendere NACOSADABBEVE ..
Che poi va a finire tutto a Taraputsch e Schulz, anziché a tarallucci e vino!
E’ vero che il Putsch di Monaco è stato un vuoto a perdere (stavano in una birreria! n.d.r.) ma quel pischello mezzo invasato di nazional e socialismo (grillorenziano, diremmo oggi) che lo organizzò, dieci anni dopo si autoproclamava Führer. 
Il suo nome era Adolf Hitler.
C’ha un’altra volta ragione Berlusconi? Nooo! C’ha la giacca e la cravatta, non po' esse!
L'italiano resta attonito. Vorrebbe capire pure se qualche amico suo vota NCC eh... NCD.. niente: non pervenuto.
Ci sono anche i Verdi, c'è Giorgia, non c'abbiamo Le Pen per scrivere un'altra storia, ma continuare a farlo 'kanzlellinandola' è solo peggio.
Iniziare una nuova Europa è come iniziare Capodanno..
"Brutto inizià Capodanno al verde".. 
E' vero. E' vero pure che il rosso a sto giro porta male. 
Il nero è così tanto che ha coperto più di 5 stelle sulla bandiera.
Trasparente è l'euro e manco attizza.
C'è l'azzurro, potrebbe portare bene pure ai mondiali..metti che.. 
Ma Berlusconi perché non strilla? Bo, magari s'è sgolato fino a oggi..
E l'appello al nostro homo italicus finisce mentre ci viene in mente un'immagine che potrebbe rappresentare Berlusconi in questa campagna elettorale: “l’Urlo” di Munch...
..in questo quadro europeo di simboli ma poco simbolista, di esplicitazioni ma poco espressionista.
Munch lasciò scritto circa l’ispirazione del suo capolavoro:
Camminavo lungo la strada con due amici quando il sole tramontò, il cielo si tinse all'improvviso di rosso sangue. Mi fermai, mi appoggiai stanco morto ad una palizzata. Sul fiordo nero-azzurro e sulla città c'erano sangue e lingue di fuoco. I miei amici continuavano a camminare e io tremavo ancora di paura... e sentivo che un grande urlo infinito pervadeva la natura. ». Sostituiamo “amici” con “candidati” e tutto torna. Munch conosce le prime persecuzioni naziste. Il regime hitleriano definisce degenerate ben 82 opere dell'artista esposte nei vari musei pubblici della Germania e ne dispone la vendita. Sembra inscriversi bene anche il complotto su cui Napolitano e tutta la stampa tace. 
Homo avvisato, mezzo salvato.
Italicus in primis.

Elisa Pistolesi ©

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.