Pagine

sabato 12 aprile 2014

La donna. La vittima perfetta della sinistra mondiale.

Il Papa chiede perdono per gli abusi sui minori, e ci sta.
Rinfresca le idee a chi pensa che condivida le posizioni del movimento LGBT: un bambino ha bisogno di una madre e un padre, ricorda.
Il Papa si defila da aggettivi infausti come quello di 'comunista'.
Il Papa, il Papa, e ancora il Papa.
E' importante conoscere la posizione del Santo Padre circa alcune tendenze che stanno lentamente portando alla deriva l'intera società.
Ma a differenza di secoli addietro, il Papa non impone più il suo pensiero, e aggiungeremmo 'e ci mancherebbe altro'.
Quest'ultimo pensiero oggi ci viene naturale, automatico.
Guai se così non fosse! Guai se ci venisse imposto di obbedire! Siamo una società aperta, stimolante, protesa verso il futuro, costantemente abbarbicata in un passato da dimenticare.
Una società estremamente femminista, con tutti i danni che un estremismo simile comporta alla stregua di quando è stata maschilista.
Ma non lo è più maschilista.
Non è sufficiente riportare 3 notizie al giorno di violenza sulle donne, uxoricidi e femminicidi vari.
Non bastano.
Ma non perché ce ne vorrebbero molte di più, perché tutti siamo consapevoli che il mondo è una fogna a cielo aperto e che ovunque si consumano violenze sulle donne, soprattutto laddove non c'è una cultura della donna.
Cultura della donna è il contrario di femminismo.
E io adoro la cultura della donna e io mi rendo conto che poche donne adorano la cultura della donna.
Ancora meno donne ne hanno consapevolezza e ancora più donne ignorano che sia per loro vantaggioso, edificante, stimolante conoscerla.
La cultura della donna è incastonata come il più prezioso dei diamanti dentro la corona della cultura giudaico cristiana.
Il femminismo è la sua deriva consumistica. E' il vantaggio visto dal punto di vista sociale, del riconoscimento da parte della società, una società che prima manifesta coi gridolini in piazza e poi ti lascia sola nel momento del bisogno.
Una società che ti vuole schiava dell'immagine, che il massimo che sa suggerirti per innalzarti è il tacco 12.
La donna aperta, disponibile, inchinata al nuovo Dio: la sinistra mondiale 
Una società che ti ricorda 'il corpo è il mio' per farti passare da culla della vita, a cimitero.
Per ricordarti che è un tuo diritto abortire, anche chimicamente, senza farti leggere il bugiardino delle controindicazioni.
Una società che deve vendere farmaci e soprattutto tanti tacchi, rossetti, perizomi, aperitivi, che ti vuole ubriaca davanti a tuo figlio, che ti vuole informatissima sulla pornografia, che te la fa portare in casa, te ne fa diventare protagonista 'sei tu che decidi!'.. oh, yeahhh! Una società che ti fa lavorare per emanciparti così tanto da renderti costretta a poterlo fare usando solo il tacco 12, il perizoma, il rossetto, l'aperitivo, la pornografia come forma mentis, ma che ti aiuta preparandoti i 4 salti in padella e i pronti in 5 minuti e il microonde.. mamma mia che società fighissima!!!
E appena dopo averti fatto eseguire gli ordini, non si ricorda chi sei, si dimentica di te al punto che se fai un figlio, rischi di essere licenziata, di restare sola nella battaglia 'lavoro-famiglia'. Una società che siccome guadagni bene, non puoi pretendere di trovare il posto all'asilo comunale per tuo figlio.. quello sarà destinato alle famiglie poco abbienti, tra cui molti extra comunitari..
E che tuo figlio non può pretendere il crocifisso in classe o di essere considerato un ometto solo perché è nato maschio..
A scuola si deve parlare di dialogo della religione, non ci si può più fare il segno della croce, perché viviamo in una società libera, multietnica all'avanguardia, la stessa che ha permesso a te di assumere l'aspetto di una pornostar vestita di latex ma col foulard di Hermés che spavaldamente porti al collo.. ma la società ti ricorda che molte donne quel 'velo' devono portarlo in testa e tuo figlio deve conoscere queste persone e i loro diritti vanno difesi, così come si è fatta carico di difendere i tuoi.. guarda che la società è il SINDACATO per antonomasia, è una cosa buona e giusta.. non vorrai mica far crescere tuo figlio come una mosca bianca?! Dopo tutto tu non sei una mosca, tantomeno bianca.. tu sei solo un prodotto di quella società che ti ha difeso col divorzio, l'aborto, l'emancipazione, lo sdoganamento delle libertà sessuali..la società è la mosca: tu non sei altro ciò su cui si posa, tesoro mio bello..
Pur volendo non sai cosa dire sui provvedimenti dell'educazione sessuale scolastica, perché in fondo tu non lo educhi tuo figlio, lo appoggi davanti alla tv, come un gatto di coccio stile vecchio salvadanaio.. lo appoggi sul campetto da calcio, lo appoggi al muretto per fargli fare le prime canne, sempre se non te la chiede a te la marjiuana.. lo appoggi in discoteca per fargli prendere le prime sbronze, non è che a casa può scolarsi tutti i mirti sardi e le vodke che tieni in frigo e che quotidianamente ti scoli per allentare la tensione.. lo appoggi su una macchina nuova comprata a rate da tuo marito che se n'è andato, perché eri stanca di quell'orco, mezzo rincoglionito, che 'ti ha aiutato solo per la discesa'..per fargli fare i primi incidenti..
Ovviamente lui ti ha tradito.. cioé era uno di quei giochetti erotici che facevate per passare i fine settimana pesanti col sesso di gruppo, ma poi una di queste cominciava a mollare la cosa, forse imbarazzata di se stessa, amareggiata delle sue debolezze e lui?! Anziché schifarla e riderne, se n'è innamorato: allora è tradimento, quindi mi paga tutto!
Così ora tuo marito vive in auto, in attesa che lei trovi un lavoro decente così che possano prendere un buco in affitto, mentre tu vivi come le protagoniste di Sex & the City e ridi gorgheggiando mentre stai sprecando la tua unica possibilità di essere felice: la tua vita.
Così, in preda al relativismo più stordito, non ti rendi conto di essere la discepola perfetta della sinistra mondiale, quella a cui ogni tanto pure la destra si piega, che ti fa essere ciò su cui la società - mosca
 si posa.. quella società che fa szszzzsszzzsss....szzzz...szzzzsssss..szsszs..zsszzszs...zszsszszzss.. che ti ha voluto così rincoglionita, bombardata di messaggi contraddittori, confusi, ma che iniziano tutti con la stessa frase: non c'è più religione e laddove ce ne fosse deve essere di sinistra.
Sei il bersaglio colpito, che è diventata bisex senza neanche saperlo per tutta la vita dalle fotine con le amiche e i bacetti sulle labbra postati in reggiseno a 15 anni e diventa definitivamente lesbica a 40 anni, dopo essersi separata, ma solo perché 'le lesbiche piacciono molto agli uomini'. Sei sempre ciò su cui si posa la società- mosca, non ti rendi neanche conto che tutta la tua emancipazione è solo un inchino perfetto al maschilismo più perverso e mi vieni in piazza a difendere il tuo utero. E' normale che lo daresti in affitto, la maggior parte delle volte non lo fai neanche pagare!
E guai a chi dice che non sei una buona madre! Tu non hai mandato tuo figlio a catechismo perché "Hai visto che pure il Papa ha dovuto chiedere perdono per gli abusi sui minori?! Già io non c'ho mai creduto, figurati mo, co' tutti sti preti pedofili!"
Lascialo fuori da quegli altari di menzogne (ironia) lasciagli vivere la sua vita, facendogli fare da solo le sue scelte, se vuole quando sarà grande ci pensa lui.. ma i preti no!
Brava, così si fa! Massiccia e cazzuta!
Eppure dovresti aver sentito anche che la maestra è lesbica e repressa, e odia i bambini e.. ops..
tuo figlio è in ospedale perché la tizia gli ha tagliato la lingua! L'avessi mandato a catechismo! Sai che faccio lo mando a scuola dalle suore, almeno gli insegnano pure un po' d'educazione..
Insomma che strano.. una donna evoluta come te non trova un cazzo di parcheggio pe' st'impiccio de fijo!
Vorrei poter dire non sa dargli un'educazione ma dacché è un problema che non ti sei mai posta non posso proprio esprimermi così, non ti descriverei neanche un po' insomma, quindi lo faccio per rispetto a non parlarne.. ma perché tu vieni da una famiglia fica, una di quelle che l'educazione è il mondo, tua madre era una sessantottina, che a te suona come 'garibaldina', una che non avrà fatto l'Italia ma in compenso si è fatta tutti gli italiani che gli sono capitati.. figlia dei fiori, quindi non certo razzista e via giù se gli capitano altri esemplari maschili d'altra etnia.. siamo la sopra citata società multietnica.. siamo la società sovraeccitata che pippa che beve che scopa tutto quello che gli capita a tiro e vuole che la società sappia rispondere in tempo reale all'AIDS che si è presa, ai tumori all'utero e ai figli autistici per i troppi aborti, ai divorzi e ai suoi cambiamenti d'umore sessuale.
Hai cosificato l'uomo, i figli, il tuo stesso lavoro che ti serviva per consumare e per cui avevi bisogno di farne altri, e se devi 'nasconde un po' de robba pe' arzà du sordi a la fine del mese' lo fai, perché 'devi pur mangiare', per quello non giudichi, non perché non si fa..
Per quello non sei moralista.. tranne che con la Chiesa, i preti e la religione, perché ti devi 'sbattere' in mille modi per 'andare avanti' e ogni tanto da quella 'robba' ne prelevi un po' e bevi e pippi e che cazzo ne puoi sapere più di tuo figlio se non sai niente più di te stessa da un pezzo per un mito svampato che ti sei bevuta in preda ai gridolini in piazza mentre ti sgolavi a urlare 'Pussy free'!
Sei una cretina totale.
Sei il prodotto della sinistra mondiale. Il nuovo credo.
Sei ciò su cui si posa la mosca-società.
E' suo dovere renderti così, eh! Non sono io che ho chiamato Satana principe del mondo.. ma ti dò una notizia: Cristo ha vinto il mondo e solo una Donna ha schiacciato la testa a quella serpe.. fatti coraggio. E' quella la Donna che puoi prendere ad esempio, tante che hanno preso esempio da lei, leggi Edith Stein.. non ti aspettare l'applauso del mondo.

Edith Stein - filosofa ebrea femminista convertita al Cristianesimo
Breslavia 12 Ottobre 1891 - Auschwitz 9 Agosto 1942
in religione Teresa Benedetta della Croce proclamata Santa
da Giovanni Paolo II - compatrona d'Europa 

Guarda che non è il mondo che ti accompagna quando te ne vai..se solo sapessi cos'è l'umiltà..
Le cose si possono fare in tanti modi, dammi retta: il tacco 12 non ti eleva neanche un po' dalla palude del tuo cervello e quel che peggio non ti servirà per risalire le sabbie mobili della società che hai preferito a Dio per un inno interiore stonato.

Elisa Pistolesi ©



Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.